Azienda

http://fatcomeunevolte.com/wp-content/uploads/2013/06/PICT0850.jpg
http://fatcomeunevolte.com/wp-content/uploads/2013/06/PICT1788.jpg
http://fatcomeunevolte.com/wp-content/uploads/2013/06/PICT1693.jpg
http://fatcomeunevolte.com/wp-content/uploads/2013/06/NoiTre.jpg

L’azienda nata e fondata da Igor, dal padre Aldo e dal fratello Nicola nel 1998 è partita con poca superficie (circa 1,5 ha) coltivata inizialmente con metodo tradizionale che è stato convertito al biologico dopo pochi mesi. Abbiamo scelto questo metodo che permette una coltivazione più sana e naturale sia per l’ambiente che per l’uomo, dove non si usano sostanze chimiche e di sintesi, dove si applicano le rotazioni colturali seguendo il disciplinare biologico e i concimi sono solo organici.

Questo riprende le tradizioni e i metodi di una volta dove si seguivano le fasi lunari e le conoscenze dovute all’esperienza dei nonni. Da qui il nostro nome: “Fat come une volte“.

Fin da subito è partita la vendita diretta in azienda migliorata con la costruzione del nuovo punto vendita aperto nel 2003: una struttura rustica e che segue il contesto aziendale e ambientale. Nel nostro spaccio potete trovare anche prodotti non di produzione propria ma sempre coltivati con metodo biologico, come miele, vino, olio, prodotti da forno.

Ora l’azienda conta una superficie di circa 8 ettari compreso il corpo aziendale, coltivata per la maggior parte con ortaggi e con il frutteto di circa mezzo ettaro, inoltre da poco abbiamo avviato la zootecnia (robe nostrane) allevando per lo più animali di bassa corte di cui vengono vendute le carni lavorate direttamente in azienda.

L’azienda si trova a ridosso del torrente Malina, circondata da una vegetazione naturale ancora spontanea. Qui è possibile ammirare il paesaggio o qualche capriolo o leprotto camminando lungo l’argine del torrente oppure in bicicletta attraverso il percorso ciclabile (“I vot anei di Remanzas” percorso numero 5). Inoltre nelle vicinanze c’è la cittadina storica e medievale di Cividale del Friuli da poco entrata a far parte del patrimonio dell’Unesco.